i viventi

tutti gli organismi viventi hanno in comune una serie di proprietà che li differenziano dagli oggetti non viventi.
1. sono formati da cellule (eccetto i virus).
2. crescono e si sviluppano: per crescita si intende un aumento delle dimensioni, mentre per sviluppo i cambiamenti strutturali e fisiologici che si verificano nel corso della vita.
3. si riproducono.
4. regolano il proprio metabolismo: sono cioè in grado di scambiare materia ed energia con l’ambiente circostante, di trasformare l’energia da una forma all’altra. le reazioni chimiche costituenti il metabolismo garantiscono l’omeostasi, ovvero il mantenimento della stabilità delle caratteristiche fisiche e chimiche dell’essere vivente nel corso del tempo.
5. rispondono agli stimoli.
6. possiedono informazione genetica: hanno il DNA che contiene tutte le informazioni relative al loro funzionamento e alla loro strutture.

nel complesso, la differenza tra gli esseri viventi e gli oggetti non viventi sta nell’organizzazione, data dalla convivenza di parti diversi che cooperano in modo armonico, e nel conseguente ordine che tale organizzazione richiede, per lo svolgimento corretto delle funzioni vitali. il mantenimento di tale ordine richiede energia: gli organismi viventi, infatti, promuovono continuamente reazioni chimiche per tutte le attività fondamentali della vita, come il movimento dei muscoli o la digestione degli alimenti. qualora queste reazioni venissero fermate, le cellule e gli organismi morirebbero in pochi minuti.

dei 92 elementi chimici naturali, solo 20 appartengono alla materia vivente.
i più abbondanti sono ossigeno, carbonio, idrogeno e azoto (questi elementi costituiscono il 95% del corpo umano!). altri elementi essenziali, ma presenti in concentrazioni assai ridotte sono calcio, fosforo, cloro, zolfo, potassio, sodio, magnesio, iodio e ferro. i rimanenti, che si trovano per lo più come tracce, sono manganese, rame, zinco e fluoro.

essendo composti da tantissimi composti chimici, i viventi sono in grado di usare, trasformare e sintetizzare tantissime sostanze. i composti più importanti sono anche chiamati biomolecole, che si dividono in 4 classi principali: carboidrati, lipidi, proteine e acidi nucleici.

Annunci